Conto Arancio: ora l'imposta di bollo la paghi tu

La notizia del giorno che ING Direct comunica ai possessori di Conto Corrente Arancio che il pagamento dell'imposta di bollo non è più a carico della banca, ma a carico del cliente.

cit:

Ti informiamo che l'art. 8, comma 13 del Decreto ha assoggettato dal 1° gennaio 2012 tutti i conti di deposito a un'imposta di bollo proporzionale in misura pari allo 0,10% annuo per il 2012 (minimo euro 34,20 e massimo euro 1.200) e allo 0,15% dal 2013 (minimo euro 34,20 senza alcun limite massimo).

Che dire.. una patrimoniale, dove anche i poveracci devono pagare, perché i ricchi possono con calma spostarsi i soldi all'estero visto che per quest'anno hanno anche una soglia massima. Complimenti Mario Monti!

AGGIORNAMENTO: Se avete attivato Conto Arancio (conto deposito) + Conto Corrente Arancio + avete l'accredito dello stipendio o almeno 5000€ , per il 2012 non dovreste pagare nulla di imposte.
Nel caso aveste solo Conto Arancio (deposito) per il 2012 dovete pagare il 0,10% sul saldo finale, che dovrebbe essere quello del 31 dicembre 2012. In alternativa potete attivare Conto Corrente Arancio e aderire all'offerta che vi risparmia il bollo.

Per maggiori informazioni o chiarimenti potete rivolgervi al numero verde di ING Direct 800.71.72.73

Conto arancio

per i piccoli risparmiatori non conviene più tenerli aperti.