Patatine fritte sottili e fatte come al Mc Donald

Le patatine fritte sono un piatto internazionale che mette un po' d'accordo tutti, tranne che il proprio fegato perché spesso sono troppo unte. Mc Donald ha saputo raggiungere l'eccellenza nella loro frittura, ma se volessimo farle a casa?

patatine fritte

La patatina fritta perfetta: poco unta, bianca, croccante fuori e morbida dentro

Cercando su internet si trovano ricette di vario tipo per imitare le patatine del Mc Donald's, e sono tutte diverse! Quindi dopo averne provate un po' ecco la mia ricetta segreta DEFINITIVA.

Le 3 caratteristiche principali

  • Sottili. Le patatine industriali del Mc o le patatine del Carrefour sono da 7mm. Quelle casalinghe sono da 9mm o 12 mm, se vi impegnate potete trovare un taglia patate da 7mm su ebay, ma il prezzo non è indifferente, quindi mi baserò sulle patatine da 9mm.
  • Poco fritte. Ovvero le patatine devono essere cotte ma rimanere giallo/bianche e quindi anche impregnate poco di olio.
  • Croccanti. La croccantezza è dovuta principalmente alla lavorazione, alla forma del bastoncino della patata e alla durata di cottura.

Ingredienti e strumenti

  1. patate rosse o gialle, l'importante è che siano sane, fresche e dure
  2. olio per friggere o di arachidi. L'olio d'oliva usatelo per le insalate
  3. sale
  4. un cucchiaio di aceto
  5. taglia patate da 9mm
  6. pentola, scolapasta, strofinaccio pulito.

Fase 1: Precottura

  • Tagliate le patate a listarelle, lavatele così da togliere l'amido, preparate una pentola con dell'acqua con aceto, un pizzico di sale e fatele bollire per 10 minuti.
  • Scolatele calde e lasciatele raffeddare e asciugare su un panno o strofinaccio.
  • Togliete gli scarti o pezzi di patata troppo sottili.

Fase 2: Congelatura

Questa fase è indispensabile.

Dopo aver asciugato nuovamente le patate potete congelarle. Almeno per 24h e non più di 2mesi (altrimenti perdono troppa acqua).

Fase 3: Frittura

  • Riscaldate la pentola con l'olio e quando è caldo a sufficienza prendete le patate congelate.
  • Usate lo scolapasta per togliere la condensa ghiacciate dalle patate e separate le eventuali patate appiccicate.
  • Buttate con attenzione le patate nell'olio. Le patate devono essere tutte immerse nell'olio (altrimenti friggetele dopo che il primo lotto è cotto). Il momento giusto è quando la patata immersa nell'olio fa le bollicine dopo un secondo (usatene una come test).
  • Ogni tanto girate le patate, dopo 5 minuti le patate galleggiano e le bolle si fanno meno intense, potete diminuire un po' la fiamma.
  • Dopo altri 5 minuti le patate dovrebbero essere cotte ma ancora bianco/gialle. Potete sollevarle dall'olio e appoggiarle su dei fogli di carta assorbente. Un pizzico di sale e..

Buon Appetito!