stampanti

Samsung CLP 315 toner reset e la modifica che ti fa risparmiare il 75% sulle ricariche

Comprereste un'auto che funziona solo con un marca di benzina o una macchinetta del caffé che va solo con un tipo di cialde? Forse no (magari qualcuno sì)

Peccato che con le console, aspirapolveri e stampanti non si ha altra scelta, quando si sceglie un prodotto di questo tipo si è obbligati a continuare a consumare accessori dello stesso produttore e quando questi accessori non sono più prodotti si è costretti a buttare il dispositivo anche se questo continua a funzionare.

La storia di oggi riguarda una stampante laser a colori, la Samsung CLP 310 / 315.

Questa stampante dovrebbe essere ormai fuori produzione, ma funziona ancora bene. Le cartucce sono diventate sempre più rare e quando si riesce a trovarle costano di più che la stampante stessa (!!)

E poi perché dovrei cambiare la cartuccia quando in realtà è finita solo la polvere (toner)? Possibile che ci sia un marchio che tuteli il risparmio energetico Energy Star e non la produzione inutile di rifiuti? e la concorrenza e il libero mercato?

Stampante laser, ricariche e l'economia perversa

Qualsiasi tipo di stampante laser o inkjet è composta dalla stampante più le sue cartucce (o toner), quindi secondo logica le cartucce da sole dovrebbero costare di meno che la stampante nuova.. e invece no!

Economia perversa

Ecco un esempio perverso dove conviene ricomprare la stampante nuova, recuperare i 4 toner e buttare la stampante. Alla faccia degli ambientalisti, del risparmio energetico, di un'economia sostenibile e dell'inquinamento da rifiuti inutili.

Condividi contenuti